19º aprile 2021

Object.keys, values, entries

Facciamo un passo oltre le strutture dati in sé e discutiamo dei metodi di iterazione su di esse.

Nel capitolo precedente abbiamo visto i metodi map.keys(), map.values(), map.entries().

Questi sono dei metodi generici, c’è un comune accordo sul loro utilizzo per le strutture dati. Se dovessimo mai creare una nostra struttura dati personale, dovremmo implementare anche questi metodi.

Vengono supportati da:

  • Map
  • Set
  • Array

Anche gli oggetti supportano dei metodi simili, ma la loro sintassi è leggermente differente.

Object.keys, values, entries

Per i semplici oggetti, sono disponibili i seguenti metodi:

Da notare le differenze (confrontandoli con quelli delle map):

Map Object
Chiamata map.keys() Object.keys(obj), non obj.keys()
Valore di ritorno oggetti iterabile Array

La prima differenza è che dobbiamo chiamare Object.keys(obj), non obj.keys().

Perché? La principale motivazione è la flessibilità. Ricordate, gli oggetti sono la base di tutte le strutture complesse in JavaScript. Quindi potremmo avere un nostro oggetto come order che implementa il proprio metodo order.values(). E potremmo ancora chiamare Object.values(order).

La seconda differenza è che i metodi Object.* ritornano un array, non un oggetto iterabile. Questo comportamento è dovuto a ragioni storiche.

Ad esempio:

let user = {
  name: "John",
  age: 30
};
  • Object.keys(user) = ["name", "age"]
  • Object.values(user) = ["John", 30]
  • Object.entries(user) = [ ["name","John"], ["age",30] ]

Qui un esempio di utilizzo di Object.values per eseguire cicli sui valori delle proprietà:

let user = {
  name: "John",
  age: 30
};

// ciclo sui valori
for (let value of Object.values(user)) {
  alert(value); // John, poi 30
}
Object.keys/values/entries ignorano le proprietà di tipo symbol

Proprio come nel caso del ciclo for..in, questi metodi ignorano le proprietà che utilizzano Symbol(...) come chiave.

Solitamente questo è un vantaggio. Ma se volessimo ottenere anche le chiavi di tipo symbol, esiste un secondo metodo Object.getOwnPropertySymbols che ritorna un array di chiavi di tipo symbol. Invece, il metodo Reflect.ownKeys(obj) ritorna tutte le chiavi.

Trasformare gli oggetti

Per gli oggetti mancano molti metodi che sono invece presenti per gli array, ad esempio map, filter e molti altri.

Se volessimo comunque applicarli, allora possiamo utilizzare Object.entries seguito da Object.fromEntries:

  1. Applichiamo Object.entries(obj) per ottenere un array di coppie chiave/valore da obj.
  2. Applichiamo il metodo, ad esempio map.
  3. Applichiamo Object.fromEntries(array) all’array risultante per ottenere nuovamente un oggetto.

Ad esempio, se abbiamo un oggetto di prezzi che vogliamo raddoppiare:

let prices = {
  banana: 1,
  orange: 2,
  meat: 4,
};

let doublePrices = Object.fromEntries(
  // converte ad array, chiama map, e successivamente fromEntries ci ritorna l'oggetto
  Object.entries(prices).map(([key, value]) => [key, value * 2])
);

alert(doublePrices.meat); // 8

Ad un primo sguardo potrebbe risultare complesso, ma diventa molto più familiare dopo un paio di utilizzi. In questo modo possono essere create potenti catene per la trasformazione.

Esercizi

importanza: 5

Abbiamo un oggetto salaries con un numero arbitrario di salari.

Scrivete la funzione sumSalaries(salaries) che ritorna la somma di tutti i salari utilizzando Object.values e il ciclo for..of.

Se salaries è vuoto, allora il risultato deve essere 0.

Ad esempio:

let salaries = {
  "John": 100,
  "Pete": 300,
  "Mary": 250
};

alert( sumSalaries(salaries) ); // 650

Apri una sandbox con i test.

function sumSalaries(salaries) {

  let sum = 0;
  for (let salary of Object.values(salaries)) {
    sum += salary;
  }

  return sum; // 650
}

let salaries = {
  "John": 100,
  "Pete": 300,
  "Mary": 250
};

alert( sumSalaries(salaries) ); // 650

O, in alternativa, possiamo ottenere la somma utilizzando Object.values e reduce:

// reduce itera su un array con i salari,
// li sommiamo
// e ritorniamo il risultato
function sumSalaries(salaries) {
  return Object.values(salaries).reduce((a, b) => a + b, 0) // 650
}

Apri la soluzione con i test in una sandbox.

importanza: 5

Scrivete una funzione count(obj) che ritorna il numero di proprietà dell’oggetto:

let user = {
  name: 'John',
  age: 30
};

alert( count(user) ); // 2

Cercate di rendere il codice il più breve possibile.

P.S. Ignorate le proprietà di tipo symbol, tenete conto solamente di quelle “regolari”.

Apri una sandbox con i test.

function count(obj) {
  return Object.keys(obj).length;
}

Apri la soluzione con i test in una sandbox.

Mappa del tutorial

Commenti

leggi questo prima di lasciare un commento…
  • Per qualsiasi suggerimento - per favore, apri una issue su GitHub o una pull request, piuttosto di lasciare un commento.
  • Se non riesci a comprendere quanto scitto nell'articolo – ti preghiamo di fornire una spiegazione chiara.
  • Per inserire delle righe di codice utilizza il tag <code>, per molte righe – includile nel tag <pre>, per più di 10 righe – utilizza una sandbox (plnkr, jsbin, codepen…)