15º marzo 2021

Proprietà dei form e metodi

I forms e gli elementi control, come <input> hanno una serie di eventi e proprietà peculiari.

Lavorando con i forms, questi saranno molto comodi quando li avremo imparati.

Navigazione: form e elements

I form del documento sono membri della speciale collezione document.forms.

Questa è una cosiddetta “named collection”: è sia associativa che ordinata. Possiamo usare sia il nome che l’indice nel documento per accedervi.

document.forms.my - il form con name="my"
document.forms[0] - il primo form del documento

Quando abbiamo un form, allora tutti gli elementi saranno contenuti nella named collection form.elements.

Per esempio:

<form name="my">
  <input name="one" value="1">
  <input name="two" value="2">
</form>

<script>
  // ottiene il form
  let form = document.forms.my; // <form name="my"> element

  // ottiene l'elemento
  let elem = form.elements.one; // <input name="one"> element

  alert(elem.value); // 1
</script>

Potrebbero esserci elementi multipli con lo stesso nome, ed è una cosa che capita spesso con i radio buttons ed i checkbox.

In questo caso form.elements[name] sarà una collection, per esempio:

<form>
  <input type="radio" name="age" value="10">
  <input type="radio" name="age" value="20">
</form>

<script>
let form = document.forms[0];

let ageElems = form.elements.age;

alert(ageElems[0]); // [object HTMLInputElement]
</script>

Queste proprietà di navigazione non dipendono dalla struttura dei tags. Ogni control element, è irrilevante quanto in profondità sia dentro il form, sarà contenuto ed accessibile da form.elements.

Fieldsets come “subforms”

Un form può avere uno o più elementi <fieldset> all’interno. Questi hanno anche proprietà elements che mostrano dei form controls all’interno.

Per esempio:

<body>
  <form id="form">
    <fieldset name="userFields">
      <legend>info</legend>
      <input name="login" type="text">
    </fieldset>
  </form>

  <script>
    alert(form.elements.login); // <input name="login">

    let fieldset = form.elements.userFields;
    alert(fieldset); // HTMLFieldSetElement

    // possiamo ottenere l'input sia dal nome del form sia dal fieldset
    alert(fieldset.elements.login == form.elements.login); // true
  </script>
</body>
Notazione breve: form.name

Esiste una notazione breve: possiamo accedere all’elemento come form[index/name].

In altre parole, invece di form.elements.login possiamo scrivere form.login.

Funziona ugualmente, ma c’è un piccolo problema: se accediamo a un elemento, che in successivamente cambia il suo name, questo sarà ancora accessibile sia attraverso il vecchio nome, ma anche tramite quello nuovo.

È facile capirlo da un esempio:

<form id="form">
  <input name="login">
</form>

<script>
  alert(form.elements.login == form.login); // true, lo stesso <input>

  form.login.name = "username"; // cambio del nome dell'input

  // form.elements ha aggiornato il nome:
  alert(form.elements.login); // undefined
  alert(form.elements.username); // input

  // form permette entrambi i nomi: sia quello nuovo che quello vecchio
  alert(form.username == form.login); // true
</script>

Solitamente non è un problema, in quanto raramente andiamo a modificare il nome degli elementi dei form.

Backreference: element.form

Per ogni elemento, il form è disponibile come element.form. Quindi un form referenzia tutti gli elementi, e gli elementi referenziano il form.

Come possiamo vedere in figura:

Per esempio:

<form id="form">
  <input type="text" name="login">
</form>

<script>
  // form -> element
  let login = form.login;

  // element -> form
  alert(login.form); // HTMLFormElement
</script>

Elementi del form

Parliamo un po’ dei form controls.

input e textarea

Possiamo accedere ai lori valori tramite input.value (string) o input.checked (boolean) per i checkbox.

Come in questo caso:

input.value = "Nuovo valore";
textarea.value = "Nuovo testo";

input.checked = true; // per una checkbox o un radio button
Usare textarea.value, e non textarea.innerHTML

Nota bene che, nonostante anche <textarea>...</textarea> contenga il suo valore come HTML annidato, non dovremmo mai usare textarea.innerHTML per accedervi.

Esso conterrà solamente l’HTML che era stato inizialmente impostato nella pagina, e non il valore attuale.

select ed option

Un elemento <select> contiene 3 importanti proprietà:

  1. select.options – la collezione di sottoelementi <option>,
  2. select.value – il valore di <option> attualmente selezionato,
  3. select.selectedIndex – l’indice di <option> attualmente selezionato.

Forniscono tre modi differenti per impostare un valore per un <select>:

  1. Trova il corrispondente elemento <option> (ad esempio tra i select.options) ed imposta il suo option.selected a true.
  2. Se conosciamo il nuovo valore: imposta select.value al nuovo valore.
  3. Se conosciamo l’indice della nuova opzione: imposta select.selectedIndex su quell’indice.

Ecco un esempio per tutti e tre i metodi:

<select id="select">
  <option value="apple">Mela</option>
  <option value="pear">Pera</option>
  <option value="banana">Banana</option>
</select>

<script>
  // tutte e tre le righe di codice fanno la stessa cosa
  select.options[2].selected = true;
  select.selectedIndex = 2;
  select.value = 'banana';
  // nota bene: le options cominciano da indice zero, quindi indice 2 significa la option numero 3.
</script>

Diversamente da altri controls, <select> permette di selezionare più opzioni alla volta se contiene l’attributo multiple. Comunque questo attributo viene usato raramente.

Per valori multipli selezionati, usiamo il primo modo per impostare i valori: aggiungere/rimuovere la proprietà selected dai sottoelementi <option>.

Ecco un esempio di come ottenere i valori selezionati da un multi-select:

<select id="select" multiple>
  <option value="blues" selected>Blues</option>
  <option value="rock" selected>Rock</option>
  <option value="classic">Classic</option>
</select>

<script>
  // ottiene tutti i valori selezionati dal multi-select
  let selected = Array.from(select.options)
    .filter(option => option.selected)
    .map(option => option.value);

  alert(selected); // blues,rock
</script>

Le specifiche complete dell’elemento <select> sono disponibili nelle specifiche https://html.spec.whatwg.org/multipage/forms.html#the-select-element.

new Option

Nelle specifiche specification viene descritta una sintassi breve ed elegante per creare una elemento <option>:

option = new Option(text, value, defaultSelected, selected);

Questa sintassi è opzionale. Possiamo usare document.createElement('option') ed impostare gli attributi manualmente. Tuttavia, potrebbe essere breve, quindi ecco i parametri:

  • text – il testo dentro option,
  • value – il valore di option,
  • defaultSelected – se true, allora verrà creato l’attributo HTML selected,
  • selected – se true, allora l’opzione verrà selezionata.

La differenza tra defaultSelected e selected è che defaultSelected imposta l’attributo HTML (che possiamo ottenere usando option.getAttribute('selected'), mentre selected definisce lo stato della selezione (se è selezionata o meno).

In pratica, solitamente possiamo impostare entrambi i valori a true o false (oppure ometterli, che equivale a false).

Per esempio, ecco un nuovo elemento option “non selezionato”:

let option = new Option("Testo", "value");
// crea <option value="value">Testo</option>

La stesso elemento option, ma stavolta selezionato:

let option = new Option("Testo", "value", true, true);

Gli elementi option hanno delle proprietà:

option.selected
Se l’opzione è selezionata.
option.index
L’indice dell’opzione in mezzo agli altri elementi option del suo elemento <select>.
option.text
Il contenuto testuale dell’elemento option (visto dall’utente).

Riferimenti

Riepilogo

Navigazione dei form:

document.forms
Un form è disponibile come document.forms[name/index].
form.elements
Gli elementi del form sono disponibili come form.elements[name/index], oppure, più semplicemente con form[name/index]. La proprietà elements esiste anche per i <fieldset>.
element.form
Gli elementi referenziano i loro form nella proprietà form.

Il valore è disponibile come input.value, textarea.value, select.value etc. Oppure come input.checked per determinare la selezione per checkbox e radio buttons.

Per <select> possiamo anche ottenere il valore tramite l’indice select.selectedIndex o attraverso la collezione di options select.options.

Queste sono le basi da cui partire con i form. Incontreremo molti esempi più avanti nel tutorial.

Nel prossimo capitolo affronteremo gli eventi focus e blur che possono avvenire per qualunque evento, ma sono maggiormente gestiti nei form.

Esercizi

importanza: 5

Abbiamo una select <select>:

<select id="genres">
  <option value="rock">Rock</option>
  <option value="blues" selected>Blues</option>
</select>

Utilizza JavaScript per:

  1. Mostrare il valore ed il testo dell’opzione selezionata.
  2. Aggiungere un opzione: <option value="classic">Classic</option>.
  3. Selezionarla.

Nota, se hai fatto tutto giusto, l’alert dovrebbe mostrare blues.

La soluzione, passo per passo:

<select id="genres">
  <option value="rock">Rock</option>
  <option value="blues" selected>Blues</option>
</select>

<script>
  // 1)
  let selectedOption = genres.options[genres.selectedIndex];
  alert( selectedOption.value );

  // 2)
  let newOption = new Option("Classic", "classic");
  genres.append(newOption);

  // 3)
  newOption.selected = true;
</script>
Mappa del tutorial

Commenti

leggi questo prima di lasciare un commento…
  • Per qualsiasi suggerimento - per favore, apri una issue su GitHub o una pull request, piuttosto di lasciare un commento.
  • Se non riesci a comprendere quanto scitto nell'articolo – ti preghiamo di fornire una spiegazione chiara.
  • Per inserire delle righe di codice utilizza il tag <code>, per molte righe – includile nel tag <pre>, per più di 10 righe – utilizza una sandbox (plnkr, jsbin, codepen…)