15º giugno 2021
Questo materiale è disponibile nelle seguenti lingue: عربي, English, Español, Français, 日本語, Русский, 简体中文. Per favore, aiutaci con la traduzione in Italiano.

Escaping, caratteri speciali

Come abbiamo visto, un backslash \ viene utilizzato per indicare classi di caratteri, e.g. \d. Quindi nelle regexp è un carattere speciale (proprio come nelle stringhe).

Esistono anche altri caratteri speciali, che hanno un significato speciale nelle regexp. Vengono utilizzati per ricerche più avanzate. Qui vediamo la lista completa: [ \ ^ $ . | ? * + ( ).

Non provate ad imparare a memoria la lista, presto inizieremo ad utilizzarli e sarete in grado di ricordarli automaticamente.

Escaping

Ipotizziamo di voler trovare un punto (il carattere “.”). Non “qualsiasi carattere”, semplicemente un punto.

Per poter utilizzare un carattere speciale come se fosse uno normale, è sufficiente farlo precedere da un backslash: \..

Abbiamo appena fatto l’“escaping di un carattere”.

Ad esempio:

alert( "Chapter 5.1".match(/\d\.\d/) ); // 5.1 (trovato!)
alert( "Chapter 511".match(/\d\.\d/) ); // null (cercando un punto \.)

Anche le parentesi sono dei caratteri speciali, quindi se volessimo utilizzarle, dovremmo utilizzare \(. L’esempio sotto cerca la stringa "g()":

alert( "function g()".match(/g\(\)/) ); // "g()"

Se stiamo cercando un backslash \, che è un carattere speciale sia nelle stringhe che nelle regexp, dovremmo inserirne due.

alert( "1\\2".match(/\\/) ); // '\'

Lo slash

Il simbolo di slash '/' non è un carattere speciale, ma in JavaScript viene utilizzato per aprire e chiudere le regexp: /...pattern.../, quindi dovremo fare l’escape anche di questo carattere.

Così è come appare una regexp '/' che cerca uno slash:

alert( "/".match(/\//) ); // '/'

In alternativa, se non utilizziamo /.../, ma creiamo una regexp utilizzando new RegExp, allora non avremmo bisogno dell’escape:

alert( "/".match(new RegExp("/")) ); // trovato /

new RegExp

Se stiamo creando un’espressione regolare con new RegExp, allora non sarà necessario l’escape di /, ma dovremmo fare altri escape.

Ad esempio, consideriamo il seguente esempio:

let regexp = new RegExp("\d\.\d");

alert( "Chapter 5.1".match(regexp) ); // null

Un ricerca simile, in uno degli esempi precedenti, funzionava con /\d\.\d/, ma new RegExp("\d\.\d") non funziona, perché?

Il motivo è che i backslash vengono “consumati” dalla stringa. Ricordate, le stringhe “normali” hanno i loro caratteri speciali, come \n, e un backslash viene utilizzato per fare escaping.

Ecco come “\d.\d” viene percepita:

alert("\d\.\d"); // d.d

Gli apici della stringa “consumano” i backslash e li interpreta come a se stanti, ad esempio:

  • \n, diventa un carattere nuova riga,
  • \u1234, diventa il carattere Unicode con quel codice,
  • …Ed in qualsiasi caso in cui c’è un significato speciale: come \d o \z, allora i backslash verranno semplicemente rimossi.

Quindi new RegExp ottiene la stringa senza i backslash. Questo è il motivo per cui la ricerca non funziona!

Per correggerla, dobbiamo inserire i backslash doppi, poiché gli apici della stringa trasformeranno \\ in \:

let regStr = "\\d\\.\\d";
alert(regStr); // \d\.\d (ora funziona correttamente)

let regexp = new RegExp(regStr);

alert( "Chapter 5.1".match(regexp) ); // 5.1

Riepilogo

  • Per cercare un carattere speciale [ \ ^ $ . | ? * + ( ), dobbiamo farlo precedere da un backslash \ (quindi fare l’“escape”).
  • Dobbiamo anche fare l’escape di / se ci troviamo all’interno di /.../ (ma non dovremmo farlo dentro a new RegExp).
  • Quando passiamo una stringa a new RegExp, dobbiamo utilizzare il doppio backslash \\, poiché gli apici della stringa “consumeranno” uno dei due.
Mappa del tutorial

Commenti

leggi questo prima di lasciare un commento…
  • Per qualsiasi suggerimento - per favore, apri una issue su GitHub o una pull request, piuttosto di lasciare un commento.
  • Se non riesci a comprendere quanto scitto nell'articolo – ti preghiamo di fornire una spiegazione chiara.
  • Per inserire delle righe di codice utilizza il tag <code>, per molte righe – includile nel tag <pre>, per più di 10 righe – utilizza una sandbox (plnkr, jsbin, codepen…)